Licenziamento per uso scorretto dei permessi

L’ordinamento italiano riconosce delle agevolazioni, in termini di permessi, ai lavoratori affetti da gravi disabilità e ai familiari che assistono una persona con invalidità (ex Legge 104/92).

Non di rado i permessi per disabili, e per familiari che si occupano di un portatore di handicap, sono al centro di processi e battaglie giudiziarie tra dipendenti e datori di lavoro.

Talvolta capita, infatti, che di tale strumento venga fatto un uso del tutto improprio, ovvero che i permessi concessi al lavoratore vengano utilizzati solo in parte per assistere effettivamente il parente disabile e il rimanente del tempo venga utilizzato per scopi personali o altro.

Tale condotta, una volta verificata e comprovata, per la Corte di Cassazione costituisce una vera e propria violazione dei doveri di buona fede e correttezza nell’esecuzione del contratto di lavoro, idonea a legittimare il licenziamento per giusta causa (sentenza 9217 del 6 maggio 2016).

Nel caso in cui l’azienda sospetti che il lavoratore dipendente utilizzi i permessi in maniera illecita, può avvalersi di agenzie di investigazione per verificare se effettivamente utilizzi queste ore per la cura di un familiare bisognoso di assistenza.

L’agenzia Sis Investigazioni effettua tali indagini, al fine di consegnare al cliente di una documentazione, completa di materiale audio-visivo (foto e video), utilizzabile in tribunale qualora si volesse procedere con una causa di licenziamento.

Se credi che un tuo dipendente usi impropriamente un permesso chiamaci , oppure compila il modulo sottostante per richeidere una nostra consulenza.


    Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla Privacy


    Massima discrezione e rispetto della tua Privacy.

    Noi di Sis Investigazioni crediamo che il nostro sia un ruolo di grande responsabilità. Pertanto, nella gestione di ogni richiesta garantiamo la massima riservatezza e discrezione, al fine di tutelare la vostra Privacy.